Alternativa all’impianto dentale

Alternativa all’impianto dentale

Diciamo, che oggi con le tecniche di riabilitazione dentale, senza osso alveolare, non dobbiamo più preoccuparci di trovare una tecnica che possa farci giungere nuovamente ad una dentatura fissa e stabile senza ricorrere all’inserimento di un impianto dentale.

Oggi per il paziente atrofico, esistono innumerevoli soluzioni a patto, che ci si rechi  nei centri specializzati, dai medici realmente bravi, che gestiscono e operano con le tecniche complesse di alto valore aggiunto.

Queste tecniche oggi offrono l’opportunità di tornare a masticare e sorridere evitando di ricorrere per l’inserimento degli impianti dentali a grandi rialzi del seno mascellare, innesti d’osso autologhi e rigenerazione ossea.

Con le seguenti tecniche, si torna a possedere una bella dentatura forte, stabile, funzionale e definitiva.

  • 1 Cerchiaggio di seno mascellare o doppio cerchiaggio di seno mascellare
  • 2 Implantologia Pterigo/Zigomatica se il paziente è sprovvisto completamente di osso alveolare del mascellare superiore

Come Alternativa all’impianto dentale – L’unica tecnica oggi senza i calssici impianti dentali è la tecnica delle griglie custumizzate, su misura del paziente.

In cosa consistono le griglie realizzate su misura del paziente?

Questa tecnica di implantologia complessa, viene anche chiamata implantologia Sottopirostea e consiste, nello scollamente di tutto il periosto gengivale superiore, si prende un calco preciso, dell’osso della mascella, poi si inviano i file al laboratorio, che predisporrà una griglia sottoperiostale su misura dell’osso mascellare del paziente.

Una volta che il manufatto risulta pronto, viene risollata la gengiva del paziente, collcata la griglia su misura sull’osso del mascellare del paziente, fissata con piccole vitine di osteosintesi, suturato tutta la gengiva e l’intervento con quest’ultima procedura giuge al termine.

In questo caso dalla gengiva del paziente fuoriescono i monconi, per fissare una protesi dentale fissa o attendere 6 mesi con una protesi mobile, al termine inserire una protesi fissa definitiva.